comunismo, Patriottismo

La visita di Muhammad Ali in Unione Sovietica


Muhammad Ali con il presidente dell’Unione Sovietica Leonid Brezhnev nel 1978 al Cremlino, a Mosca.

“Mi ha colpito molto l’ incontro con Leonid Breznev, difficile trovare le parole. Sono un semplice pugile americano, ma ho avuto l’onore di incontrare il signor Breznev. Ho sentito dire che i russi minacciano sempre gli americani, ma sono convinto che questo non sia vero. Breznev è un sostenitore della pace mondiale. È difficile da credere, che un paese così pacifico voglia la guerra. Sono stato al Cremlino per 35 minuti, come un capo di stato. È stato un grande onore per un uomo di colore come me, per uno che pochi anni fa, qui negli USA, neanche poteva mangiare nello stesso ristorante con i bianchi! “

Muhammad Ali arrivò a Mosca nel 1978 su invito dell’ambasciatore sovietico negli Stati Uniti, Dobrynin.
Il leggendario pugile ricevette un’accoglienza da re: Leonid Brezhnev lo accolse con tutti gli onori al Cremlino.

Ali, che si era convertito alla fede musulmana, espresse il desiderio di visitare l’Uzbekistan; la repubblica sovietica, per lo più popolata da musulmani. Gli ospitali uzbeki di Tashkent, Samarcanda e Bukhara accolsero gli ospiti con abbondanti tavole piene di ciliegie, sorbetti, antipasti, risotti locali e, naturalmente, vino e brandy. Di solito Mohamed non mangiava molto, ma questa volta non ha saputo resistere.

Nonostante la stanchezza del viaggio, una volta tornati a Mosca, Ali annunciò che gli sarebbe piaciuto incontrare i pesi massimi sovietici. L’incontro è stato organizzato rapidamente e hanno avuto luogo i combattimenti.

Il 21 Luglio il pugile tornò a New York con un volo “Aeroflot” airlines, una vota atterrato dichiarò ai giornalisti americani: “Non sono più preoccupato per eventuali attacchi nucleari, quelle persone sono le persone più pacifiche che abbia mai visto. Ho promesso al signor Breznev che quello che mi ha detto non sarebbe andato oltre me.

Ero un po’ nervoso quando sono atterrato per la prima volta in Russia. Forse mi aspettavo di vedere un posto squallido con un gruppo di persone tristi dalla mentalità robotica in giro e agenti che infastidiscono. Quello che ho visto era che persone di centinaia di nazionalità vivevano insieme in armonia. ”.

Ali ha ammesso che entrambi i paesi, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, “hanno aspetti positivi e negativi”.
Ma ha detto di aver visto molte cose in Unione Sovietica che gli sono piaciute. “Ho visto solo un poliziotto”, ha riferito. “Non ho visto pistole. Nessun crimine. Niente prostitute. Non un omosessuale”. Come aveva fatto durante il suo viaggio, All ha ribadito la sua opinione che la libertà religiosa esiste tra i russi. “Gli ebrei vanno nelle sinagoghe. I musulmani hanno moschee ovunque. I cattolici sono liberi di adorare.”

“La mattina correvo in posti strani dove non vedevano quasi mai un uomo di colore. Sono corso davanti a due piccole signore russe bianche che stavano andando al lavoro. Non si sono guardate intorno e mi hanno chiesto cosa stessi facendo. Non posso andare fare jogging in alcune strade d’America al mattino in un quartiere bianco. Se vedono un uomo di colore che scende per strada, si chiedono chi rapinerò. Adoro cose come queste che noto. A tarda notte, stavo correndo per la strada, e mi sono voltato indietro. Di nuovo, c’erano due donne russe. Non si sono nemmeno guardate indietro per vedere perché un uomo di colore era qui fuori a correre.”

Muhammad Ali in the Soviet Union, 1978

Ali the Ambassador Returns Home With Positive Impressions of Russia

A quote from Muhammad Ali, regarding his visit to the USSR


Standard

Una risposta a "La visita di Muhammad Ali in Unione Sovietica"

  1. Stefano Paltrinieri ha detto:

    Come ci ha ricordato Mohammed Ali,la Unione Sovietica e’ un modello di convivenza plurirazziale e plurireligiosa sulla base una socialita’ programmata!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.